Scommesse Sportive 

Recensione 18bet e doppia visione: Asian Handicap

C’è una strana somiglianza tra 18Bet e 1Betasia, ex 1Bet almeno nell’url. La differenza tra le due piattaforme sta nella licenza che presentano e, purtroppo, nelle vicende internazionali che hanno portato il secondo sito a ricevere diversi ban nonostante presentasse la sigla dell’Autorità di regolazione di Curacao.

18Bet, invece, è una realtà fondata in Australia nel 2010, il sito .com è stato lanciato la prima volta nel 2012. La prima licenza ottenuta a Malta è nel 2018, sigla IMG. Nel footing del sito possiamo leggere le informazioni generali sulla società, il numero di licenza, le realtà con cui collabora. 18Bet è disponibile anche in APP, per iPhone con versione scaricabile dallo store e dal sito ufficiale, per Android con API presente solo su sito ufficiale, non è presente nello store di Google.

Dopo le generalità, è importante concentrarsi sulla visualizzazione asiatica rispetto a quella europea. 18Bet come 1Betasia investe sulla nuova tipologia di scommessa nata in Indonesia. E’ un’evoluzione degli handicap sportivi tradizionali dove si tiene conto della maggior forza di una squadra verso l’altra, si ottimizzano le quote di scommessa su gol di scarto e sul pareggio che viene considerato una vittoria a metà. Questo comporta che nello schema 1×2, la X invece di essere una vittoria è un rimborso parziale sia per chi ha scommesso sulla vittoria che sulla perdita.

Il significato della tabella Asian Handicap

Come nell’handicap tradizionale, in quello asiatico il pronostico e il ragionamento sulla partita si basa sul numero di goal di scarto. L’attenzione da parte del bookmaker che pone la quota e dello scommettitore è più attenta sulle disparità di gioco. La differenza è che mentre nell’1×2 ogni possibilità ha una sua quota diversa, nell’handicap asiatico hanno una stessa quota di partenza e si deve scegliere il numero di goal di scarto o il grado di handicap, quella sarà la quota.

Un esempio di tabella Handicap Asian si trova su molte guide di professionisti bet, con traduzione inglese nella pagina di Wikipedia. (https://en.wikipedia.org/wiki/Asian_handicap)

Partendo dalla prima colonna per le due squadre, troviamo dei numeri progressivi: 0, 0.25, 0.5, 0.75, 1 e fino a 2 crescendo a +0.25.

Nella prima colonna tutti i numeri sono con il – davanti, mentre le altre squadre hanno numeri positivi. Sopra questa prima tabella potreste trovare, squadra in vantaggio o con pronostico di vincita e, per la seconda, viceversa. I numeri interi 1-2-3, anche con il – davanti, rappresentano i gol interi. Da 0 e i numeri con virgola rappresentano i gol a metà o un quarto di goal.

Dentro ogni handicap per ogni esito che esce leggete l’esito della scommessa per il risultato che esattamente esce o non esce.

Si vince sempre con l’handicap asiatico?

Gli scommettitori abituali hanno dimestichezza con i diversi tipi di puntata e sono esperti delle giocate a sistema, piuttosto che alla semplice multipla o singola. Per gli handicap tradizionali o no, bisogna fare un po’ di esperienza per capire e interpretare bene le tabelle.

Su 18bet, nella pagina informativa Betting rules sono elencati tutti gli sport e le diverse tipologie di scommesse. Tuttavia, se non siete esperti prima di testare questa modalità studiatela seguendo tutorial e siti esperti.

Related posts

Leave a Comment